BLENDA
FREISA D'ASTI D.O.C.

Image

CASOT
FREISA D'ASTI D.O.C. SUPERIORE

Image

GAL
BARBERA D'ASTI D.O.C.G.

Image

MALVÈ
VINO
ROSATO

Image

L'AZIENDA VITIVINICOLA

Nel 1986 Giorgio Ferrero diventa titolare dell'azienda agricola familiare che da quattro generazioni produce vino a Pino d'Asti, implementa il metedo dell'agricoltura biologica - reg. CEE 2078/92 "da agricoltura biologica" - per tutta la sua produzione ed inizia a commercializzare i suoi prodotti con il marchio Ca' del Prete (il nome deriva dalla cascina dove ha sede la cantina, che una volta era connessa all'antica canonica sovrastante).

Dal 2014, dopo l'esperienza maturata in azienda come coadiuvante, Luca Ferrero (nipote di Giorgio) diventa titolare dell'azienda .
Negli ultimi anni Luca, pur rimanendo convintamente all'interno della certificazione biologica, ha implementato nuove metodologie che vanno dalla vigna alla cantina.

Tante delle sue scelte sono nate dallo studio continuo, dalla volontà di mettersi in discussione e dal confronto costante con i colleghi più esperti.
Definisce i suoi vini "artigianali provenienti da uve a coltivazione biologica". Artigianali poiché prodotti senza l'uso (o comunque minimo) di tecnologia, di coadiuvanti chimici e con piccole aggiunte di conservanti soltanto all'imbottigliamento.

Luca Ferrero
2021

Image

Giorgio Ferrero agricoltore in Pino d'Asti e famiglia 2003

Image

Giovanni Ferrero e Maria Cirio agricoltori in Pino d'Asti 1955

Image

Mario Ferrero e Elisabetta Ramello agricoltori in Pino d'Asti

Image

Giovanni Ferrero agricoltore in Pino d'Asti e famiglia

Image

La Vigna

La superficie vitata è di circa 4 ettari coltivati prevalentemente a Freisa, con appezzamenti di Malvasia (antico vitigno di Schierano) e di Barbera.

Nelle vigne regna il verde. Da sempre facciamo l'inerbimento per evitare il dilavamento e l'erosione del terreno e molto utile per avere temperature più basse nella stagione estiva.
Questo ha portato negli anni ad avere la presenza costante di erbe spontanee, piante aromatiche, fiori e una vivacissima fauna. Vermi, uccelli e piccoli insetti sono in simbiosi con il microsistema della vigna.
 
Per l'apporto di sostanza organica ci comportiamo in vari modi. Nelle annate in cui il clima lo consente facciamo il sovescio, ovvero seminiamo un miscuglio di leguminose che andremo ad interrare in primavera. Altre volte spandiamo nei filari del letame molto consumato.
 
Per quanto riguarda i trattamenti anticrittogamici, pur avendo una quantità limitata di rame a disposizione nel regime di coltivazione biologica, stiamo provando ad abbassarla ulteriormente con l'introduzione della Zeolite Chabasite, un fungicida naturale di origine minerale.

Venite a passeggiare nelle nostre vigne a respirare la bellezza di tutti questi fiori e queste erbe spontanee. 

La FREiSA per Luca

Image

Ho trentadue anni e fin da piccolo i momenti conviviali di casa mia sono strettamente legati alla Freisa.
Ed erano legati alla Freisa già quando era piccolo mio nonno! 

Sulle nostre colline infatti si coltiva da sempre la Freisa. I nostri avi intuirono prima di tutti il potenziale altissimo che avrebbe avuto legare questo vitigno a questo micro territorio.
I terreni di Pino d'Asti e delle colline adiacenti sono sempre stati caratterizzati da una forte presenza di residui fossili a testimonianza del loro passato di fondali marini. Calcare, sabbia e sorgenti di limo e argilla sparse qua e là.
A rendere questo micro territorio speciale per la Freisa concorre un microclima unico. Mite d'inverno e ventilato nella bella stagione. Tanto da rendere possibile e tutt'ora attiva la coltivazione degli ulivi.
Ed è per questo, appunto, che da sempre troviamo Freisa coltivata negli appezzamenti migliori. Lasciando ai fondo valle ed alle mezze creste gli altri vitigni. Barbera, Malvasia e in qualche caso Nebbiolo.

Penso che la Freisa sia il veicolo per far venire alla ribalta lo strepitoso territorio in cui vivo.
Rustico, un po' grezzo, sicuramente non da cartolina.
La Freisa deve essere sempre più questa cosa qua: rustica, grezza e magari un pò scontrosa.
Non bisogna snaturarla attraverso la tecnologia e la chimica enologica, ma accompagnarla e agevolarla nella sua maturazione.

La Freisa è una sedicenne ribelle, con creatività, voglia di scoprire il mondo e fare esperienze nuove.
Ha solo bisogno di luoghi e persone pronti ad accoglierla per farla esplodere definitivamente.

Luca

Image

CA' DEL PRETE - VINI ARTIGIANALI - VIGNE A COLTIVAZIONE BIOLOGICA

CA' DEL PRETE di Luca Ferrero
Via Maestra, 55 - 14020 Pino d'Asti (AT)
P.IVA 01560410050

info@vinobiologicocadelprete.it

333.895.07.01